Olivo Elena

Architetto, dottore di ricerca presso il Dipartimento di Architettura della Facoltà di Ingegneria dell’Università degli studi di Bologna. Laureata allo IUAV in Composizione architettonica, ha svolto attività di ricerca presso l’Università Politecnica di Catalunya e il Centro di Cultura Contemporanea di Barcellona, dove ha conseguito il Master in “Urbanismo de les ciudads. Proyectar la periferia. Laboratori d’Urbanisme de Barcelona” diretto da prof. arch. Manuel de Solà-Morales. Ha studiato alla Escuela Técnica Superior de Arquitectura di Siviglia e ha svolto il Post Dottorato presso il dipartimento di Architettura e Pianificazione territoriale della Facoltà di Ingegneria dell’ Università degli studi di Padova. Partecipa a workshops e seminari internazionali. Svolge attività didattica e di ricerca presso lo IUAV e presso la Facoltà di Ingegneria dell’Università di Udine; è docente a contratto del Corso di laurea in Architettura della Facoltà di Ingegneria dell’Università di Udine. All’attività didattica e di ricerca da sempre accompagna un’assidua attività progettuale alle diverse scale, dal design alla scala architettonica e urbana, fino alla scala del paesaggio, in cui la ricerca teorica trova applicazione. Ha collaborato all’attività professionale di diversi studi in Italia e all’estero. Ha svolto attività professionale a Treviso con gruppo g-arch e a Udine. E’ componente dei gruppi “Ateliers” incaricati della progettazione attuativa di aree urbane nel Comune di Venezia. Collabora alla redazione della Variante al P.r.g. della Terraferma veneziana e alla redazione della Variante al P.r.g. Centro Storico di Mestre con prof. arch. L. Benevolo. Per il Comune di Venezia redige la Variante al P.r.g. della Terraferma per l’area di Campalto a Mestre. E’ incaricata con il gruppo g-arch della progettazione per la realizzazione di “Itinerari paesaggistici nei Colli Berici, Vicenza”; del progetto per “Il Parco delle Imprese di Montebelluna”; del Piano Particolareggiato per le aree centrali di Dosson di Casier, progetto vincitore del concorso; del progetto degli edifici residenziali e terziario Peep compresi nel Piano Attuativo delle aree centrali di Dosson di Casier (Tv); del progetto, coordinamento scientifico e ideazione della Mostra “Segnali urbani. Progetti e proposte per Mestre”, Venezia e “Linee di Gronda. Letture e progetti per il bordo della Laguna”, International Laboratory of Architecture and Urban Design. E’ vincitrice di concorsi, fra i quali: Concorso per la “Casa dell’architettura”, nuova sede dell’Ordine degli architetti di Udine; e con g-arch: Concorso nazionale di “Urbanistica Partecipata e Comunicativa”, a Fidenza, una strada per Fidenza: “Deviazioni sulla via Emilia”; Concorso per la redazione del Piano particolareggiato per le aree centrali di Dosson di Casier (TV); Concorso di progettazione del Parco Tarello a Brescia, seconda fase. La propria ricerca teorica e applicata ha come oggetto la “Complessità” (lo Spazio, il Tempo e la loro rappresentazione fisica), attraverso l’indagine sulle questioni metodologiche del Progetto, e come fine il perseguimento della “Bellezza”.

Ha pubblicato, fra gli altri: – Progetto Tesi di laurea: “Luoghi d’incontro: Marx – Engels – Platz a Berlino”. Relatore: L. Semerani – in “Insegnare l’architettura. Riflessioni sulla didattica alla scuola di Venezia”, a cura di M. Montuori e F. Pittaluga. Edizioni Il Cardo, Vicenza, 1994

 – Progetto Piano Particolareggiato a Mestre (Ve), in L. Benevolo (a cura di), “Venezia. Il nuovo piano urbanistico”, Editori Laterza, Bari, 1996, pp. 2, 51, e tavv. 1,4 e 5, anche in – “Garden in Arms, professional work 1996-2001”, Collegio de Arquitectos de Barcelona, 3/280aprile 2001, nell’ambito della “Biennal de paisaje de Barcelona”, e in Folia, supplemento della rivista Acer n.4, luglio/agosto 2001, p.4-7

- Elena Olivo, “Reti di connessione e di relazione per la definizione di un tracciato. Un progetto urbano per la terraferma veneziana”, in “La Piega”, rivista dell’Istituto Universitario di Architettura di Venezia

- Elena Olivo, “Geo-Grafie contemporanee. Itinerari. Rappresentazioni dello Spazio Tempo contemporaneo” in Paesaggio urbano n°5-6, settembre-dicembre 1999

- Elena Olivo, ”Geografie ed Artifici. Percorsi tematici ed operativi del Progetto contemporaneo” in Paesaggio Urbano n°4, luglio-agosto 2000

- Progetto vincitore Concorso INU per l’urbanistica partecipata e comunicativa “Deviazioni sulla via Emilia” a Fidenza in F. Sorricaro (a cura di), “Concorso nazionale di progettazione partecipata e comunicativa. Prima edizione, catalogo, Roma, 1998, pp. 50-53 e in AA. VV., “Un concorso di progettazione partecipata e comunicativa”, Urbanistica n.110, gennaio-giugno 1998, pp.85-86 – Idem in BiA’s alumni special, Amsterdam, 1998, p.2

- Progetto, “Itinerari tematici sui Colli Berici”, Gal9 Programma Leader II, con g-arch, “Premio Architettura Città di Oderzo 2002” -VI° edizione-

- Progetto, “Residenze convenzionate a Dosson, Treviso” in “Il giornale dell’architettura” Città e territorio, gennaio 2007 – Elena Olivo, “La rappresentazione del tempo” in “Disegnare con” ISSN 1828 5961


Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 37 follower