D’Agaro Paola

Nata a Udine nel 1974. Ingegnere,

Dal 2009 professore associato di Fisica Tecnica Ambientale presso l’Università di Udine, dove svolge attività di ricerca dal 2000.

Nel 2004 ha conseguito il titolo di dottore di ricerca in Energetica.

Dall’a.a. 2003/04 docente a contratto dell’insegnamento di Fisica Tecnica Ambientale. Autrice di oltre 40 pubblicazioni scientifiche, tra le quali  20 articoli su riviste internazionali o contributi a volume.

Si occupa della modellizzazione numerica di meccanismi e dispositivi per l’intensificazione dello scambio termico convettivo in scambiatori di calore compatti e microcanali [1]; dell’analisi dei sistemi di refrigerazione per il condizionamento dell’aria e dei banchi frigoriferi per la refrigerazione commerciale [2];

 dello studio dei processi di appannamento e disappannamento di superfici [3].

 [1] G. Croce, P. D’Agaro, Numerical simulation of roughness effect on microchannel heat transfer and pressure drop in laminar flow, J. Physics. D: Appl. Phys, Vol. 38, 2005, pp.1518-1530.

[2] P. D’Agaro, G. Cortella, G. Croce, Two- and Three-dimensional CFD applied to vertical display cabinets simulation, Int. J. Refrigeration, Vol. 29, No.2, 2006, pp. 178-190;

[3] G. Croce, P. D’Agaro, F. Della Mora, Numerical simulation of glass fogging and defogging,  Int. J.  of Computational Fluid Dynamics, Vol. 19, No.6, 2005, pp. 437-445.

 

insegnamento per l’aa. 2010/2011

FISICA TECNICA AMBIENTALE

Anno di corso: 3°; CUF: 6

Obiettivi formativi specifici:

L’obiettivo fondamentale del corso è rendere lo studente consapevole dei vincoli e delle opportunità che le esigenze di controllo termico ed acustico dell’ambiente costruito comportano nella progettazione dell’edificio.

Una buona progettazione architettonica non può prescindere dal garantire il benessere termoigrometrico ed acustico nel rispetto del risparmio energetico.

A tal fine il corso si ripropone di fornire agli allievi architetti le nozioni necessarie alla formulazione di semplici bilanci di primo principio e quelle fondamentali alla comprensione dei processi di trasmissione del calore per conduzione, convezione ed irraggiamento.

Verranno forniti allo studente gli strumenti concettuali ed operativi necessari ad affrontare gli aspetti progettuali relativi ai temi propri della termofisica dell’edificio, della climatizzazione e dell’acustica ambientale.

Particolare attenzione verrà rivolta alla valutazione del comportamento termoigrometrico dell’involucro edilizio  e all’individuazione degli interventi che adeguano il comportamento energetico dell’edificio ai requisiti richiesti dalla normativa e dalla situazione energetica attuale.

Modalità del corso e d’esame:

L’apprendimento dei principi teorici viene coadiuvata da esercitazioni e da dimostrazioni con software libero.

Prova d’esame: scritta e orale

Testi consigliati:

Le dispense a cura del docente ed ulteriore materiale didattico accessibili tramite Sindy.

–    Romagnoni P., Peron F., Vio M., Elementi di Fisica Tecnica Ambientale, CEDAM, Padova.

–   Cengel Y. A., Termodinamica e trasmissione del calore, McGraw-Hill, 2a ed. 2005.

–   De Santoli L., Fisica Tecnica Ambientale-Trasmissione del calore-Vol. 2°, C.E.A. , Milano, 1999

Annunci